Un senzatetto di 70 anni diventa la prima persona a trasferirsi in una casa stampata in 3D

Notizie interessanti

Tim Shea ha trascorso gran parte della sua vita lottando contro la tossicodipendenza e la condizione di senzatetto.

Adesso ha 70 anni e la sua vita è stata trasformata dalla sobrietà e da un regalo unico: una casa sicura che può chiamare sua.

Infatti, stato il primo beneficiario di una casa stampata con una stampante 3D! La casa stata costruita da Icon DC Technology utilizzando una stampante Vulcan II.

Questi modelli unici hanno una superficie di 400 piedi quadrati e i proprietari possono scegliere tra quattro piani di layout diversi.

Tutti i modelli includono una camera da letto, un bagno, un soggiorno, una cucina completa e un portico. Tim ha scelto il piano aperto perché soffre di artrite e potrebbe avere bisogno di una sedia a rotelle in futuro.

Un senzatetto di 70 anni diventa la prima persona a trasferirsi in una casa stampata in 3D

Ognuna di queste nuove case stampate in 3D situata in un piccolo villaggio di Austin, in Texas, chiamato Community First!

Questa organizzazione no-profit stata fondata dal filantropo Alan Graham e dal suo progetto Mobile Loaves and Fishes, che fornisce alloggi a migliaia di persone senza dimora in Texas.

Il villaggio di Community First! Village ora dispone di piccole case (molte delle quali stampate in 3D) per circa 500 residenti.

Ogni residente ha l’opportunità di trovare lavoro sul posto e l’affitto di soli 300 dollari al mese. Come primo residente del villaggio, Tim può essere certo che la sua casa stampata in 3D pulita e confortevole.

Un senzatetto di 70 anni diventa la prima persona a trasferirsi in una casa stampata in 3D

Inoltre, per la prima volta nella sua vita, si sente al sicuro.

“Voglio rimanere qui fino alla fine dei miei giorni”, ha dichiarato. Prima di trasferirsi nella sua attuale casa, Tim viveva in un camper.

Un senzatetto di 70 anni diventa la prima persona a trasferirsi in una casa stampata in 3D

Questo stile di vita gli dava l’impressione di essere isolato dal mondo.

“Non mi sentivo al sicuro e mi nascondevo o mi isolavo ogni volta che potevo. Non volevo incontrare persone”, spiega. Ora che si sente al sicuro, si trasferito in campagna e ha fatto nuove amicizie!

Un senzatetto di 70 anni diventa la prima persona a trasferirsi in una casa stampata in 3D

“Quando sono in questa casa, mi sento bene e tranquillo.

Non ci sono angoli stretti, arrotondata e ho la sensazione che mi abbracci.  Mi piace sedermi qui e guardare all’interno. un posto molto confortevole, molto caldo e accogliente”.

Jason Ballard, co-fondatore e CEO di ICON, si detto onorato di partecipare alla “creazione di alloggi decenti accessibili a tutti”.

Tim ancora fatica a credere di poter vivere in uno spazio così bello e pulito.

“È un vero miracolo che io viva in una casa così bella. Non potevo immaginare da dove venivo per poter vivere in un posto così bello.”

Tim il primo di una lunga lista di persone le cui vite saranno trasformate per sempre da questo straordinario progetto!

Vota l’articolo
Ti piace questo post? Per favore condividi con i tuoi amici:
Lascia un commento